Il biglietto da visita

Il biglietto da visita è la nostra presentazione verso nuovi clienti e fornitori.
Ci rappresentano in tutto, ogni componente è una caratteristica della nostra azienda e personalità.

Generalmente stampati su cartoncino (300 gr. o 350 gr. al mq), sono integrati da tutti i nostri dati personali, numeri di telefono, indirizzo aziendale, contatti social e tanto altro.

TIPOLOGIE e FORMATI
In Italia i primi esempi li troviamo già nel 1700 (con riportato solamente il nome, fonte Wikipedia).
Esistono in vari formati, stampati su varie tipologie di carta, ultimamente si aggiungono dettagli importanti ed eleganti che raffinano il biglietto da visita.

Il formato convenzionale italiano è 85×55 millimetri, il più utilizzato, oppure leggermente più grandi 90×60 mm.
E’ possibile stamparli in orizzontale o in verticale, anche quadrati 55×55 mm oppure 65×65 mm.

Se vi trovate negli Stati Uniti le misure cambiano di pochi millimetri, circa 88,9×50,8 mm.

biglietti visita

 

LAVORAZIONI SPECIALI
Capita spesso che il biglietto si rivini in tasca oppure nel portafoglio, o che soggetto ad intemperie come la pioggia non durino nel tempo.

Occorre quindi plastificarli, esistono 3 tipolige: Lucida (con riflesso della luce), Opaca, e l’ultimissima Soft Touch per dare quel senso di velluto al tatto.

Volendo è possibile aggiungere dettagli a caldo, con stampa oro e argento, a rilievo (letterpress), oppure una lucidatura UV.

c08_idea_silver-foil_04

 

ULTIME NOVITA’
Ultimamente vanno di moda i biglietti da visita formato tessera PVC, esattamente come un bancomat o carta di credito, sia fondo bianco (anche con stampa) che trasparenti.
Sono molto eleganti, in plastica, resistenti a tutto e con angoli arrotondati. Il top della categoria.

Condivivi questa Pagina:

Lascia un Commento

Top